Covid, Baldino: “Riapriamo gli hub vaccinali. Entro marzo terza dose per tutti”

19 Novembre 2021

Il Covid corre e la situazione sta peggiorando. L’emergenza che si registra in Germania e Austria, dove i nuovi casi e ricoveri sono fuori controllo, fa tremare l’Italia. “Anche nel Piacentino assistiamo a una ripresa dei contagi – spiega il direttore generale di Ausl Piacenza Luca Baldino – per questo motivo abbiamo deciso di riaprire tutte le sedi vaccinali di Piacenza e provincia: ex Arsenale (già aperto, verrà potenziato), Fiorenzuola, Castel San Giovanni, Bobbio, Bettola. Dobbiamo accelerare sulla terza dose di vaccino anti-Covid, solo così possiamo lasciare la quarta ondata della pandemia fuori dalla porta.

“Se inizialmente si era pensato di concludere il richiamo entro la fine del 2022 ora arriva indicazione, a livello nazionale, di somministrare la terza dose a tutti entro marzo 2022. Già dalla settimana prossima saremo in grado di effettuare 1.500 vaccinazioni al giorno per arrivare rapidamente, dalla seconda settimana di dicembre a 2.400 al giorno”.

Baldino parla a chi ancora non si è vaccinato nemmeno con le prime due dosi: “Vi rivolgo un appello disperato, vi prego di aderire alla campagna, pensate a voi e a chi vi sta accanto”.

Il direttore generale dell’Ausl si lascia andare ad alcune importanti considerazioni: “Perchè Italia, Francia e Spagna hanno numeri diversi? La percentuale di vaccinati è più alta. Credetemi quando vi dico che dieci punti percentuali fanno una bella differenza. Noi abbiamo accelerato sul Green Pass e mantenuto prudenza e livello di guardia alto. Ora però ci attende la sfida del terzo vaccino. È evidente che stiamo raggiungendo il limite dell’efficacia delle prime dosi (8-9 mesi) e che dobbiamo ripristinare la protezione attraverso il richiamo”. L’Ex Arsenale a Piacenza verrà riportata a pieno regime sette giorni su sette su turni di 12 ore. Non sarà possibile appoggiarsi a Piacenza Expo, tornata tempio di fiere ed eventi. 

SITUAZIONE CRA- “Siamo già riusciti a completare il ciclo della terza dose nel 50% e contiamo di arrivare alla copertura totale entro due settimane”.

DOMICILIO- Sono 400 le prenotazioni per la terza dose da effettuare a domicilio.

OPERATORI SOCIO-SANITARI –Da lunedì 22 novembre cambiano le modalità di prenotazione e somministrazione per tutti gli esercenti delle professioni sanitarie e operatori di interesse sanitario.
– Gli operatori dell’Azienda Usl di Piacenza potranno prenotare il proprio appuntamento attraverso specifici contatti che sono stati messi a disposizione sulla pagina Intranet riservata e comunicati ai responsabili assistenziali di dipartimento e coordinatori. La somministrazione avverrà al Servizio di Prevenzione e protezione interno. Per i dipendenti che hanno già prenotato la terza dose al centro vaccinale non cambia nulla: mantengono invariato il proprio appuntamento.
– Gli operatori delle professioni sanitarie e di interesse sanitario che svolgono le loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali potranno presentarsi, in libero accesso, al centro vaccinale di Piacenza, nei giorni e orari a loro dedicati. Il calendario delle date di Open day specifici e riservati agli lavoratori del comparto socio-sanitario saranno comunicate direttamente alle strutture private, agli ordini professionali e alle associazioni interessate.

PRENOTAZIONI – Da lunedì 22 novembre, come in tutta l’Emilia-Romagna, potranno prenotare la terza dose (booster) tutte le persone over 40 (nate nel 1981 e negli anni precedenti) che abbiano concluso da almeno sei mei il ciclo vaccinale primario.
Sarà possibile richiedere un appuntamento:
– rivolgendosi al proprio medico di famiglia
– chiamando il numero 800.651.941 attivo da lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 18
– chiamando il nuovo numero 0523.1871412 dedicato alla prenotazione della vaccinazione anti Covid-19, attivo da lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 17 e il sabato dalle 8.30 alle 13
– sul fascicolo sanitario elettronico e su www.cupweb.it
– rivolgendosi a uno degli sportelli Cup del territorio: Piacenza (ospedale e sede territoriale di piazzale Milano 2), Fiorenzuola, Cortemaggiore, Monticelli, Lugagnano, Carpaneto, Bettola, Castel San Giovanni, Borgonovo, San Nicolò, Bobbio e Podenzano

“Invitano i cittadini a prenotare solo alla scadenza dei sei mesi dalla conclusione del proprio ciclo vaccinale – è l’appello del direttore generale Luca Baldino – e non prima, visto che gli appuntamenti disponibili si limitano ad alcune settimane. Si fa quindi appello al senso civico degli utenti: se non si è ancora in condizioni di prenotare un appuntamento (perché non sono trascorsi i sei mesi) non è opportuno chiamare o rivolgersi agli sportelli. L’aumento dei posti disponibili è stato calibrato sulla base delle date delle precedenti vaccinazioni e quindi, una volta maturato il diritto ad accedere alla prenotazione, il cittadino troverà posto in agenda in tempi brevi”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà