Violenza sulle donne: per il 25 novembre la Cisl potenzia lo sportello anti-molestie

22 Novembre 2021

Nuova inaugurazione in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, molestie sul luogo di lavoro e altrove, abusi e discriminazioni. Per rispondere meglio a questa emergenza, il coordinamento femminile della Cisl (con il sostegno di tutta confederazione) ha deciso di rinnovare e rafforzare il servizio, a disposizione di iscritte e non iscritte, costituito dallo “Sportello anti molestie” che ha già ha una esperienza pluriennale alle spalle ma che vuole essere più presente e capace di seguire, con un approccio maggiormente integrato, i casi che si dovessero presentare.

“Il senso di solidarietà, la voglia di aiutare c’entrano – chiarisce Claudia Gnocchi, referente del progetto – ma il nostro non è volontariato: le molestie e la violenza sul luogo di lavoro possono avere pesanti ripercussioni sul rapporto di lavoro, sulla salute e sicurezza delle persone che le subiscono, fino a diventare un problema sindacale di primaria importanza: per questo i nostri operatori sono formati in merito alle modalità più idonee per accogliere le vittime. E’ necessaria  una rete multidisciplinare di cui avvalersi – ha quindi proseguito. – Occorre fornire le corrette informazione sulle normative che tutelano la della salute e sicurezza sul posto di lavoro, nonché riguardo i dettami contrattuali contenenti protocolli sulle molestie e la violenza, ma anche fare presente la disponibilità di luoghi e servizi specifici dove la lavoratrice o il lavoratore possono discutere i loro problemi, in una logica di prevenzione e intervento prima che la situazione di disagio lavorativo si aggravi ulteriormente”.

LE INFO SULLO SPORTELLO – Lo sportello “Zona Donna” è stato istituito presso la sede Cisl di Piacenza nel mese di novembre 2012 dal Coordinamento Femminile e Fnp di Piacenza, in occasione della ricorrenza della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Lo Sportello, supportato dall’avvocato Cristina Niglio, ha l’obiettivo di fornire un orientamento, anche con consulenza legale, ad ogni persona che subisce discriminazioni o violenze (fisiche e psichiche) nell’ambiente lavorativo, familiare e sociale in cui vive, con particolare tutela a donne e famiglie. Il servizio offerto consiste in una prima consulenza volta a fornire le indicazioni di base sul problema sottoposto, con suggerimento anche circa le strutture pubbliche del Territorio a cui rivolgersi ed accedere per trovare le soluzioni possibili ed eliminare le forme di discriminazione nonchè una consulenza legale sull’eventuale percorso giudiziario da intraprendere in caso di necessità. L’accesso allo Sportello è gratuito e anonimo. Lo Sportello si prefigge di organizzare incontri formativi e di studio, finalizzati a divulgare una maggiore conoscenza giuridica per la tutela delle donne e delle famiglie in disagio sociale nonché adottare iniziative volte a contrastare fenomeni di discriminazione ed emarginazione. E’ preferibile fissare un appuntamento tramite email: [email protected] oppure tramite il centralino Cisl.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà