Pensione e solidarietà, la vittoria sul Covid del carabiniere Montesano

26 Novembre 2021

Il carabiniere Vincenzo Montesano, dopo la pensione, si è subito messo all’opera per la solidarietà: ha infatti supportato una raccolta di beni alimentari promossa dall’ex maresciallo Vito Marchese. Non solo: Montesano prosegue nell’attività sindacale in difesa dei carabinieri. “Resto alla guida della sezione di Fiorenzuola del Nuovo Sindacato Carabinieri – spiega – che si pone come obiettivo quello di rappresentare le istanze specifiche della nostra categoria”.

Montesano è balzato agli onori delle cronache nazionali, qualche tempo fa, perché era stato per mesi ricoverato per Covid (60 giorni solo in terapia intensiva), dopo essersi contagiato nell’esercizio delle sue funzioni, mentre era in servizio nella Aliquota radiomobile della Compagnia di Fiorenzuola come autista di mezzi veloci. Aveva soccorso un anziano caduto in casa, che dopo soli tre giorni era morto per Covid. Ci si trovava ancora all’inizio della pandemia. Le conseguenze per lui sono state di gravi invalidità permanenti, che gli hanno consentito la pensione anticipata a 52 anni.
L’ex appuntato però continua a mettersi al servizio della collettività.

TUTTA LA STORIA NELL’ARTICOLO DI DONATA MENEGHELLI SU LIBERTA’

© Copyright 2021 Editoriale Libertà