Piano ripresa: presentate le prime idee per 229 milioni di euro. Mancano 18 comuni

30 Novembre 2021

I progetti rivolti alla tutela del verde e alla transizione ecologica sono quelli più “sentiti” a livello territoriale. E’ quanto emerge dalla prima ricognizione della progettualità dei comuni per il Pnrr. Il piano nazionale di ripresa e resilienza potrebbe mettere sul piatto 50 miliardi di euro. Alla provincia di Piacenza, in base alla rappresentanza demografica, spetterebbero 250 milioni di euro. Al momento sono 28 i comuni che hanno presentato progetti per un totale di 229 milioni di risorse. All’appello ne mancano 18, compreso il comune di Piacenza, ma l’elaborazione di ulteriori idee è in corso e c’è ancora tempo per aderire.  Stamattina, 30 novembre, il presidente della provincia Patrizia Barbieri ha fatto il punto con i sindaci del Piacentino.

I progetti “ambientali” hanno vinto su tutti. Sono state 129 le proposte (per 116 milioni di euro) inviate dai comuni tramite il questionario distribuito nelle settimane scorse. A seguire una buona fetta riguarda i progetti dedicati alla digitalizzazione, che sono stati 56.

Il direttore generale della Provincia, Vittorio Silva, ha poi fornito una sintesi: su un totale di 243 progetti, 129 di essi riguardano la Missione 2 (Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica), 56 progetti riguardano la Missione 1 (Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura), 34 la Missione 5 (Inclusione e coesione) e 22 la Missione 4 (Istruzione e ricerca).

Foto di archivio presentazione Pnrr

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà