Fiorenzuola, spaccio di cocaina vicino alle scuole. Due arresti in flagranza

02 Dicembre 2021

Spaccio di cocaina non lontano dalla scuola media di Fiorenzuola. I carabinieri mettono a segno due arresti: venditore e compratore. Entrambi accusati di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Si tratta di un 50enne marocchino e di un 48enne piacentino, entrambi già noti ai militari dell’Arma. I due erano stati notati davanti ad un bar a poche decine di metri dalle scuole medie mentre scambiavano qualcosa. I carabinieri fiorenzuolani sono quindi subito intervenuti e nelle mani del piacentino hanno trovato una decina di grammi di cocaina, il venditore marocchino aveva ancora una ventina di grammi di neve suddivisi in due o tre pezzi e circa mille e 400 euro in contanti, denaro di cui non ha saputo spiegare la provenienza. Dal momento che il piacentino pare abbia pagato i circa 10 grammi 800 euro, somma di cui non ha saputo spiegare il possesso (l’uomo infatti è senza lavoro) è stato arrestato per detenzione ai fini d spaccio. Il nordafricano comparirà nelle prossime ore davanti al giudice per le indagini preliminari per l’interrogatorio di garanzia. Il piacentino è comparso davanti al giudice giovedì pomeriggio, ha detto di aver comprato la cocaina solo ed esclusivamente per uso personale. Il giudice ha convalidato l’arresto dei carabinieri e accogliendo la richiesta di termini a difesa dell’avvocata Paola Battisti ha rinviato il processo al prossimo maggio rimettendo in libertà il quarantottenne con obbligo di firma dai carabinieri 3 volte la settimana.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà