Medicina di genere, un convegno ai Teatini il 10 dicembre

03 Dicembre 2021

“Ma che genere di medicina?”. È il titolo del convegno che si terrà il 10 dicembre, alle ore 16.30, nella Sala dei Teatini in via Scalabrini a Piacenza. L’evento nasce in contrasto alle discriminazioni in ambito sanitario: a organizzarlo è il Centro antiviolenza Telefono Rosa di Piacenza, in collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del Comune.

“Fino a qualche anno fa – spiega il dottor Marzio Sisti, infettivologo ed epidemiologo – prevaleva una medicina maschilista, che non teneva conto delle differenze sociali e biologiche delle pazienti donne, a partire dal peso corporeo differente o dalla composizione di massa magra e grassa. Certi farmaci sono maggiormente indicati per le femmine, altri per gli uomini. Basta saperlo e prestare la massima attenzione. Di passi avanti, va detto, bisogna farne ancora parecchi”.

PROGRAMMA – La giornata, moderata dal direttore della rivista Womag Sergio Masini, vedrà l’apertura dei lavori a cura di Scardi (ore 16.30), i saluti delle autorità (16.40), la relazione di Anna Gallazzi del Centro antiviolenza di Piacenza (16.50) e l’approfondimento della dottoressa Valeria Cerri riguardo la realtà legislativa e clinica della medicina di genere in Italia (17.10). Spazio poi – alle 17.40 – al focus della dottoressa Roberta Manfredini, sessuologa e criminologa, in merito alle differenze di genere nella relazione in psicoterapia. Il convegno si chiuderà alle 18:10 con il dottor Marzio Sisti, infettivologo ed epidemiologo, attraverso una panoramica sull’impatto della pandemia da Covid nel divario tra pazienti donne e uomini.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà