Qualità della vita, Piacenza scivola di 14 posizioni: 38° in Italia. Quarta per export

13 Dicembre 2021

Piacenza perde 14 posizioni nella classifica della qualità della vita redatta dal quotidiano economico “Il Sole 24 Ore”. Adesso – in base agli indicatori analizzati – la nostra provincia si trova al 38esimo posto in Italia. Medaglia d’oro a Trieste, seguita da Milano e Trento. Il fanalino di coda è Crotone.

La classifica prende in considerazione ricchezza e consumi, affari e lavoro, ambiente e servizi, demografia e salute, giustizia e sicurezza, cultura e tempo libero. “Di solito l’indagine – spiega il quotidiano economico – si concentra sui dati consolidati relativi ai 12 mesi precedenti. Anche quest’anno, però, sono stati raccolti alcuni parametri aggiornati al 2021 (a metà anno, se non addirittura a ottobre) con l’obiettivo di tenere conto della recente ripresa post 2020”.

TUTTE LE CLASSIFICHE

RICCHEZZA E CONSUMI – Per quanto riguarda il capitolo “ricchezza e consumi”, Piacenza è al 13esimo posto nazionale, in miglioramento di 11 posizioni rispetto all’edizione precedente. Nella voce “depositi bancari” delle famiglie consumatrici, il nostro territorio si prende la medaglia di bronzo nazionale.

AFFARI E LAVORO – Analizzando il tasso di occupazione, Piacenza si colloca al sesto posto in Italia. Peggiore, invece, il piazzamento per le nuove imprese registrate: 93esimo gradino nella classifica nazionale, su 107 province totali. Risulta rilevante l’indicatore dell’export, cioè il rapporto tra esportazioni di beni verso l’estero e valore aggiunto: Piacenza si guadagna la quarta posizione nel Paese, dietro ad Arezzo, Frosinone e Latina.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà