Natale, Confesercenti: “Spesa media di 260 euro per i regali, ripresa dei negozi di vicinato”

16 Dicembre 2021

Gli emiliano romagnoli – compresi dunque i piacentini – non rinunciano ai regali natalizi con una spesa media complessiva intorno ai 260 euro a persona, oltre la media nazionale. E’ la stima dell’associazione di categoria Confesercenti, che evidenzia il “ritorno dei negozi di vicinato”. Nell’indagine affidata a Swg, infatti, spicca la voglia di tornare a fare i propri acquisti per i regali nei luoghi fisici dello shopping: così i negozi di vicinato sono indicati dal 44% degli intervistati (contro il 17% a livello nazionale), il 38% sceglie le grandi strutture commerciali e il 14% i mercatini di Natale, mentre l’acquisto tramite web è indicato dal 55% degli intervistati.

PREZZI – A condizionare gli acquisti – sottolinea Confesercenti – non è tanto la paura del contagio (23%), ma il timore dell’aumento dei prezzi (53%) e la situazione economica personale (38%).

REGALI – “Ancora una volta – prosegue Confesercenti – sono i libri i doni più gettonati, scelti come regalo dal 39%. Ma il vero boom è della moda: il 36% mette sotto l’albero un capo d’abbigliamento, il 23% un accessorio e il 12% le calzature. Non può mancare, per una regione come la nostra, il regalo enogastronomico e vinicolo (gastronomia 38%, vini 23%)”.

“Gli emiliano romagnoli sentono il bisogno di ritornare alla normalità e i dati sulle previsioni degli acquisti del periodo natalizio sono incoraggianti – commenta il direttore di Confesercenti Piacenza Fabrizio Samuelli – non ci sono certo i numeri degli anni pre-pandemia e le difficoltà non sono purtroppo finite, soprattutto in riferimento alle preoccupazioni per le situazioni economiche delle famiglie, ma la riscoperta dei negozi di vicinato e la voglia delle persone di passare un Natale normale non possono che infonderci fiducia”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà