“Un mondo di presepi” a Castell’Arquato: dalla figura del curioso ai suonatori

25 Dicembre 2021

In quello maltese non ci sono i Re Magi, ma i suonatori con gli strumenti musicali. In quello della Provenza i colori sgargianti delle statuine dominano la scena. E in altri ancora – questo il dettaglio più curioso – c’è lo strano personaggio del “curioso”: un uomo accovacciato davanti alla capanna che, nascosto fra la gente, sbircia Maria, Giuseppe e Gesù bambino. Parliamo dei presepi, o meglio, di “Un mondo di presepi” – cioè la mostra allestita a Castell’Arquato anche quest’anno, come da tradizione.

Così, mentre Dubai ospita l’Expo 2020, si potrebbe dire che il borgo piacentino ospita un’esposizione universale della Natività: le creazioni installate in val d’Arda provengono davvero da ogni angolo del pianeta, unendo stili e culture in un’unica narrazione. Quella dello stupore – magico e sereno – impresso dal presepe.

La mostra di Castell’Arquato è visitabile fino al 16 gennaio nel mezzanino del Palazzo del Podestà.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà