“Natale a Praga in quarantena”. L’odissea di una piacentina in vacanza

29 Dicembre 2021

Natale a Praga… in quarantena. Nei giorni di festa, la piacentina Stefania è rimasta bloccata in Repubblica Ceca durante un viaggio per turismo. E lì – dove tuttora si trova – ha trascorso il periodo natalizio, a circa settecento chilometri di distanza da casa. Al termine della vacanza con il suo compagno, infatti, è risultata positiva al tampone da Covid necessario per il volo di ritorno (l’uomo, invece, ha avuto il via libera per rientrare in Italia).

“Quest’anno – racconta Stefania – ho vissuto un Natale alquanto particolare. Sono intrappolata a Praga a causa dell’infezione da Coronavirus. In realtà sto bene, sono asintomatica”. Stefania si è dovuta anzitutto mettere alla ricerca di una stanza dove soggiornare nel periodo di quarantena in Repubblica Ceca. “L’albergo non accettava gli ospiti contagiati. Ho trovato un monolocale in affitto raggiungibile a piedi, senza prendere i mezzi pubblici, a cui poter accedere con il check-in automatico. Dopo aver contattato l’ambasciata, mi sono spostata nella nuova location”. Stefania è in attesa del termine dell’isolamento.

Nel frattempo, dunque, ha trascorso il Natale lontana dalla sua famiglia. “Oltre al mio compagno, a Piacenza mi aspettano i miei quattro figli. I giorni di festa li ho passati comunque insieme a loro. Da Praga, nel pranzo del 25 dicembre ero in video-collegamento con la tavolata a casa. Io però mi sono accontentata di una pasta al sugo di tonno…”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà