Si blocca il trasporto sociale, a Monticelli disabili costretti a rimanere a terra

04 Gennaio 2022

Il trasporto sociale che accompagna alcuni disabili nei Centri socioriabilitativi di Fiorenzuola e Cadeo ieri non è stato effettuato. Il disguido sembra essere collegato alla chiusura dell’Unione dei comuni della Bassa e alla difficoltosa riorganizzazione dei servizi a carico di ogni singolo comune. Fino al mese scorso il pulmino bianco della ditta Egepu trasportava i disabili dei paesi di Caorso, Monticelli e Cortemaggiore verso i Centri. Per la precisione usufruiscono del servizio quattro persone di Monticelli, tre di Cortemaggiore e cinque di Caorso. L’appalto è terminato con il 31 dicembre e, mentre Caorso e Cortemaggiore, tramite una convenzione che comprende anche Besenzone e San Pietro, hanno proseguito il servizio, Monticelli è rimasta a piedi. Il servizio riprenderà però già oggi, con una soluzione tampone tramite mezzi comunali, finché si perfezionerà à un nuovo appalto. Immediatamente sono arrivate le critiche dei consiglieri di opposizione del gruppo Monticelli Bene comune che chiedono “più rispetto” e “credibilità” dal Comune. L’assessora Cassandra Dagani ha assicurato che oggi per il trasporto sarà utilizzato un mezzo del comune e che a breve si provvederà ad un nuovo appalto del servizio.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà