A Castel San Giovanni 1.757 alberi. “Catturano 70 tonnellate di Co2”

07 Gennaio 2022

I 1.757 alberi presenti a Castel San Giovanni rilasciano ogni anno 46 tonnellate di ossigeno e catturano 70 tonnellate di anidride carbonica. I dati sono contenuti in un report, risultato di un censimento sul patrimonio verde pubblico cittadino che l’amministrazione comunale ha commissionato a un team di esperti.

Ogni singolo albero è stato esaminato, georeferenziato e di ognuno il gruppo di esperti – coordinati dall’agronomo Luca Masotto – ha compilato una scheda dettagliata, consigliando eventuali interventi e classificandoli in base all’urgenza. Su di un centinaio di alberi sono sono stati necessari esami approfonditi per valutarne lo stato di salute.

La specie più diffusa è il tiglio, mentre quella più a rischio sono i carpini, per via di un fungo che potrebbe metterne in crisi la stabilità. Tra gli alberi censiti, anche uno monumentale: è la quercia di via Manzella. Tra i dati più interessanti, tra quelli riportati dagli esperti, c’è quello relativo alla capacità del verde pubblico di “ripulire” l’aria cittadina. A fronte di 46 tonnellate di ossigeno prodotto, ogni anno i 1.757 alberi catturano 70 tonnellate di anidride carbonica.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà