In un anno 360mila km. La Croce Bianca ha bisogno di una nuova automedica

08 Gennaio 2022

“Continuiamo a coltivare la solidarietà” le parole dell’avvocato Alessandro Miglioli, presidente della Pubblica assistenza Croce Bianca, associazione di volontariato indispensabile per tutto il territorio piacentino. “Nel 2021, la Croce Bianca ha effettuato 9.000 servizi ordinari e 7.000 servizi in emergenza: 16.000 interventi che danno l’idea della dimensione dell’impegno profuso dall’associazione” ha spiegato Miglioli. Numeri che offrono l’occasione per dare il merito ai circa 300 volontari e al personale dipendente in servizio presso la sede di via Emilia parmense.

Il presidente Miglioli – insieme a Paolo Rebecchi, coordinatore emergenza dell’associazione, nonché coordinatore provinciale e membro della Direzione nazionale di Anpas, ad Alessandra Grana che ricopre il ruolo di Coordinatrice volontari e turni e alla coordinatrice della formazione Renata Chiodaroli – è intervenuto presso il museo della stampa di Libertà, dove ha illustrato i corsi predisposti per chiunque volesse intraprendere l’attività di volontariato nell’associazione.

Rebecchi ha preso parola per annunciare la serata inaugurale che si terrà lunedì 17 gennaio, dalle 20.45, nell’auditorium collocato all’interno della sede di via Emila parmense dedicato alla memoria di Giancarlo Carrara. “Il 17 gennaio per Croce Bianca è una data estremamente importante, perché attiviamo il nostro corso gratuito rivolto a chiunque sia interessato a fare volontariato” le sue parole. Oltre ai corsi che verranno presentati il 17 gennaio, Miglioli ha ricordato che il 15 gennaio partirà un corso Forcives per ampliare la cultura sanitaria della popolazione e, più avanti, inizierà un progetto di alternanza scuola-lavoro.

La Croce Bianca, impegnata su più fronti, non ha bisogno solo di nuovi ingressi, ma anche di nuovi mezzi e attrezzature sanitarie. “In questi anni abbiamo fatto tanti chilometri per svolgere i vari servizi di cui ci occupiamo – ha spiegato Alessandra Grana – abbiamo quindi necessità di una nuova automedica”. Per questo, il Presidente Miglioli ha annunciato che a breve partirà una sottoscrizione per raccogliere i fondi utili all’acquisto del nuovo mezzo sanitario. Per comprendere la portata e il numero di servizi, basti pensare che solo nell’ultimo anno la Croce Bianca, con i mezzi a disposizione, ha percorso oltre 360.000 chilometri. “L’associazione vive grazie alle elargizioni delle persone” ha commentato l’avvocato Miglioli, sperando nella buona riuscita dell’iniziativa.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà