Ruba il cellulare al pm in udienza e una bici nel cortile. In manette 36enne

14 Gennaio 2022

Entra in un appartamento, ruba una bicicletta e finisce agli arresti, era sfuggito all’obbligo di firma a Piacenza a cui era stato sottoposto dopo aver rubato il cellulare a un pm di Parma, nel corso di un udienza direttissima. Protagonista dell’episodio un trentaseienne  piacentino, negli ultimi tempi ladro itinerante nel Ducato. L’ultimo arresto ieri a Piacenza. Nel pomeriggio il giovane era entrato in un cortile di un condominio di via X Giugno, aveva scassinato una porta e si era impossessato di una bicicletta. Uscendo si era imbattuto nel padrone di casa, un cittadino pakistano che ha telefonato al 113. Una volante era nelle vicinanze e ha arrestato il trentaseienne. Oggi  pomeriggio il giovane è comparso davanti al giudice che ha convalidato l’arresto, disposto la custodia cautelare in carcere e rinviato il processo a fine mese. Lo scorso dicembre il trentaseienne era stato arrestato a Parma per aver rubato il fondo cassa da un ristorante. Comparso in tribunale per la direttissima aveva rubato il telefonino al pm senza che nessuno se ne accorgesse.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà