“Contratto inadeguato e carenza di agenti”: polizia locale in sciopero

15 Gennaio 2022

Sciopero della polizia locale di Piacenza e provincia. La mobilitazione è stata indetta dal sindacato Sulpl, che stamattina ha riunito diversi agenti di fronte alla prefettura in via San Giovanni.

“Ad oggi, in tutta Italia – interviene la referente Miriam Palumbo – noi agenti di polizia locale siamo ancora inquadrati in base a una legge del 1986, ma le funzioni sono cambiate. Svolgiamo lo stesso lavoro delle forze dell’ordine statali, compreso l’ordine pubblico, pur non avendo le stesse tutele”. Il sindacato chiede «un atto di coraggio da parte della politica che deve approvare il primo Testo unificato e rigettare il nuovo Testo base adottato il 21 dicembre 2021» in merito alla riforma del comparto.

“Non abbiamo l’assistenza legale né tantomeno la causa di servizio, cioè se ci facciamo male non vediamo riconosciuto l’infortunio sul lavoro”, spiega Emiliano Bosoni, agente della polizia locale dell’Unione Bassa Valtrebbia e Valluretta.

Sul trasferimento del nucleo al Peep per fare posto all’ufficio contravvenzioni, il giudizio è chiaro: “Non siamo d’accordo con la dislocazione dei vari comparti nella città, come appunto quello dedicato alle sanzioni, ma chiediamo una sede unica in via Boselli. E su questo fronte, ci aspettavamo un impegno maggiore dalla giunta Barbieri”. Riguardo la riorganizzazione complessiva del neocomandante Mirko Mussi, comunque, “ci riserviamo di vederne gli effetti nel tempo”. Fatto sta che “il comando di via Rogerio è sotto organico, con circa 100 addetti invece di 130”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà