Da Vasco a Ligabue: concerti rinviati. “Noi fan in attesa da tre anni, speriamo nel 2022”

15 Gennaio 2022

Ci sono fan che attendono i concerti dei loro idoli da ormai tre anni. Alla fine del 2019, prima dello tsunami-Covid, anche molti piacentini avevano comprato i biglietti per gli spettacoli di grandi musicisti in programma l’anno dopo: da Vasco a Ligabue, da Ultimo a Baglioni, da Dua Lipa a Zucchero. Ma la pandemia ha stravolto tutto, costringendo gli organizzatori a rimandare gli eventi nel 2021. Ovvero un altro anno bloccato dall’emergenza: ed ecco dunque l’ennesimo posticipo al 2022. “Speriamo che sia la volta buona”, sorride Sara Dadomo, una ragazza piacentina che nell’autunno di tre anni fa aveva acquistato i ticket per la data di James Blunt ad Assago. “Si sarebbe dovuta svolgere nella primavera del 2020. Il concerto è stato riprogrammato il 26 marzo 2021, ma è saltato ancora, ed è stato rinviato al 21 marzo 2022…”.

“Io sogno di poter partecipare al concerto di Dua Lipa – racconta Erika Giordano – mi avevano regalato i biglietti nel 2019, ma la data è stata rimandata in continuazione a causa della pandemia. C’è bisogno di tornare alla normalità”. E Giada Ferri non vede l’ora di gridare “Sei chiara come un’alba, sei fresca come l’ariaaaaa” all’autodromo di Imola: “Aspetto il concerto di Vasco dal 2019, cioè da quando ho preso il biglietto. Lo spettacolo è stato posticipato più volte, sulla scia dei contagi. Spero che il 2022 sia l’anno giusto”. Gaia Grossi attende Marracash, anche Stefano Rossi ha accumulato una serie di concerti rinviati: Vasco Rossi, Zucchero, Green Day, Red Hot e Foo Fighters, “Aspetto tuttora di poterli vedere”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà