Arrestato per maltrattamenti alla compagna, in carcere compie un gesto estremo

18 Gennaio 2022

Arrestato per maltrattamenti nei confronti della sua compagna ha detto al giudice che era molto legato a quella donna e che era l’unica persona che aveva. Arresto convalidato,  e due ore dopo alle Novate l’accusato ha compiuto un gesto estremo, entrando in coma irreversibile. Ogni tentativo dei medici di mantenerlo in vita è stato vano. La vittima del drammatico gesto è un cittadino tunisino venticinquenne che aveva convissuto per pochi mesi con una donna piacentina quarantenne. In seguito all’ultima aggressione la donna aveva chiamato i carabinieri e per il suo ormai ex compagno erano scattate le manette. Poi il tragico epilogo.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà