Covid, scattano le nuove misure: green pass per parrucchieri e centri estetici

20 Gennaio 2022

Scatta oggi, giovedì 20 gennaio, l’obbligo di green pass base (quello che si ottiene con la vaccinazione, dopo la guarigione o dopo l’esito negativo di un tampone) per l’accesso ai servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici. L’obbligo del pass dovrebbe essere introdotto anche per le librerie e per i tabaccai.

Una stretta decisa dal Governo che segue la decisione di una decina di giorni fa di rendere obbligatorio il green pass rafforzato (che si ottiene con la vaccinazione o con la guarigione) per salire su tutti i mezzi di trasporto, per accedere a alberghi, fiere, piscine e palestre, cerimonie, entrare in bar e ristoranti anche all’aperto. Oltre all’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto e la Ffp2 sui mezzi di trasporto pubblici e per assistere a spettacoli o eventi sportivi.

Salvo variazioni dell’ultima ora il Governo ha definito la lista dei negozi e delle attività a cui si potrà comunque accedere senza alcuna certificazione: negozi di generi alimentari compresi i mercati e gli ambulanti, farmacie e parafarmacie, laboratori di analisi, studi medici e veterinari, edicole (all’aperto) e negozi di beni essenziali all’interno dei centri commerciali, negozi di prodotti per il riscaldamento e carburanti.

Ulteriori norme sono previste dal primo febbraio, quando il certificato verde sarà richiesto anche per accedere a uffici pubblici, banche, attività commerciali, anche in zona bianca. Inoltre, a far data sempre dal primo febbraio, il green pass da guarigione o da vaccino durerà 6 mesi con effetto retroattivo, e scatteranno le sanzione di 100 euro per gli over 50 che non hanno ancora ricevuto la prima dose, come previsto dal decreto dell’8 gennaio scorso.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà