Infertilità, tumore della vescica, idrocele: a “Star bene” le malattie maschili

20 Gennaio 2022

Malattie maschili sotto i riflettori nell’ultima puntata di “Star bene. I giovedì della medicina” che è andata in nella serata di giovedì 20 gennaio. Al microfono della giornalista Marzia Foletti è intervenuto l’urologo e andrologo Alberto Speroni che ha delineato prima i campi di intervento della sua professione: “Un urologo si occupa delle malattie dell’apparato urinario e l’andrologo di quelle dell’apparato genitale maschile nell’ambito della patologia e della funzionalità – spiega – supporta anche il miglioramento delle problematiche di fertilità, che oggi diventano sempre più importanti e comuni da trattare”.

Una precisazione importante, questa, dato che in Italia, secondo studi recenti, almeno otto uomini su dieci non hanno mai fatto una visita dall’urologo e le malattie dell’apparato genitale e urinario maschile sembrano ancora un argomento off limits per tanti.

“Gli uomini preferiscono parlare con un amico anziché con un medico delle proprie malattie intime – fa notare Foletti all’inizio della trasmissione –; queste patologie sono a tutti gli effetti un vero e proprio tabù, nonostante siano in aumento”.

Così in aumento che sono tanti i soggetti che, sia in giovane età sia in quella matura, hanno dovuto fare i conti con diverse patologie: fra quelle trattate nel corso della puntata ci sono l’idrocele e il varicocele con il problema di infertilità a esso correlato e particolarmente frequente. Un focus è stato fatto anche sul tumore della vescica, diffuso fra i 45enni. Le repliche della trasmissione andranno in onda venerdì alle 9 e alle 17 e sabato alle 12.30 sempre su Telelibertà.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà