Quarto, i residenti presenteranno ricorso al Tar contro l’antenna 5G

23 Gennaio 2022


L’antenna è cresciuta davanti casa nonostante la loro opposizione e la raccolta firme di ottobre, circa 250 adesioni in paese. “Non abbiamo nascosto nulla, ogni atto è stato sottoposto al consiglio”, si era subito difesa l’amministrazione comunale di Gossolengo, ma un gruppo di cittadini di Quarto nega ci sia stata comunicazione pubblica e non intende mandar giù la nuova “coinquilina”, l’antenna cioè del 5G installata a novembre.

Alcuni residenti di Quarto sono infatti ora passati alle vie legali, rivolgendosi a un avvocato – Elio Enrichiello del foro di Napoli – per presentare ricorso al Tar contro la nuova installazione. Gli atti sono stati depositati nei giorni di Natale dalle famiglie che si sono trovate forzatamente a convivere con l’antenna. “Qui in ogni casa ci sono due bambini, in una via almeno otto, dagli zero ai sei anni”, spiegano i cittadini. “Ci sono anche situazioni di fragilità, ragioni di salute, da considerare”.

I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI ELISA MALACALZA SU LIBERTA’

© Copyright 2022 Editoriale Libertà