A casa 4 tamponi positivi, in farmacia risulta negativo. “Come è possibile?”

25 Gennaio 2022

Negativo per un tampone in farmacia, positivo per un altro. In meno di un’ora. È quanto è accaduto a un piacentino: avendo fatto tre tamponi a casa risultati tutti positivi ha contattato l’Ausl che gli ha consigliato di fare un tampone in farmacia. Detto, fatto: il tampone risulta negativo.

“Ma dato che durante la notte mi era venuta la febbre e mi sentivo poco bene e i tre tamponi a casa erano tutti positivi, mi sono sentito più tranquillo nel farne un altro – spiega il cittadino – così sono andato in un’altra farmacia: è risultato positivo. Ora mi chiedo: se non lo avessi fatto avrei potuto girare liberamente col rischio di infettare gli altri? Quante persone sono uscite da quella farmacia credendo di essere negative e non essendolo davvero?”.

Ma partiamo dal principio: nel tardo pomeriggio di sabato il piacentino inizia ad avvertire mal di gola e di schiena. “Nei giorni precedenti avevo gli occhi arrossati e un fastidio in gola – spiega – così quando sabato ho iniziato a non stare bene ho fatto un tampone a casa: è risultato positivo. Ho fatto passare un po’ di ore e ne ho fatti altri due, entrambi positivi. Così ho deciso di chiamare la guardia medica che mi ha consigliato di rivolgermi a una farmacia il giorno dopo”.

Così fa il piacentino: domenica mattina va in una farmacia. “Mi hanno un tampone rapidissimo – ironizza il cittadino – tre secondi a narice ed è risultato negativo. Però non ero tranquillo”. Da lì la scelta di andare in un’altra farmacia ed effettuare un nuovo tampone, che a distanza di poco meno di un’ora dall’altro è risultato positivo. “Ora sono a casa in isolamento con la febbre – spiega – evidentemente positivo. Fortuna che non mi sono fermato al primo tampone”.

 

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà