Nuova luce su Strada Biasina. “Conclusi i 12 interventi con il Decreto Crescita”

26 Gennaio 2022

 

Con l’accensione del nuovo impianto di illuminazione all’incrocio tra Strada Gragnana e Strada Biasina, si sono conclusi i 12 interventi programmati dall’amministrazione comunale di Piacenza, realizzati da Citelum in qualità di gestore del servizio e finanziati all’interno del cosiddetto Decreto Crescita. A tracciare un bilancio degli interventi è l’assessore ai Lavori Pubblici, Marco Tassi: “L’attenta analisi del territorio, unita alle giuste segnalazioni dei cittadini – sottolinea – hanno permesso di individuare le aree più sensibili, molte delle quali nelle aree periferiche e nelle frazioni della città, sulle quali siamo intervenuti o con la posa di nuovi impianti di illuminazione o con l’implementazione di quelli esistenti, tutti con tecnologia a Led, in un’ottica di maggiore sicurezza e decoro. Così come quello all’incrocio di Strada Biasina con strada Gragnana, via ad alto scorrimento che conduce al Ponte Paladini, tutti i 12 interventi realizzati in questi anni, hanno permesso di risolvere situazioni di pericolo o disagio per i cittadini e alla circolazione. E’ stato migliorato il comfort visivo, il contesto ambientale e la sicurezza dei luoghi interessati; inoltre, aspetto senza dubbio non secondario, gli interventi sugli impianti già esistenti permettono, così come richiesto anche dallo stesso Decreto Crescita, un significativo miglioramento dell’efficienza energetica e del risparmio”.

Prima di quello su Strada Biasina, erano stati completati i seguenti interventi: realizzazione di nuovi impianti di illuminazione in Strada della Regina (Quarto), in Strada Gragnana angolo Strada della Maganza e in Strada della Mola (Pittolo) e ampliamento degli impianti in Strada al Cimitero di Le Mose, Strada alla Volpara (Roncaglia), Baia del Re (area sgambamento cani e parco), via Caorsana-via Calpurnia (Roncaglia), area sgambamento cani Montecucco, via Nessi (Besurica), via Marinai d’Italia (zona Centro commerciale Farnesiana) e via del Pontiere.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà