Ferriere, estrazione del ferro nell’antichità: fondi per il “Museo delle miniere 4.0”

29 Gennaio 2022

Il progetto “Il museo delle miniere 4.0” presentato dall’istituto comprensivo “Valnure” in partnership con la Proloco di Ferriere è tra i 20 progetti ammessi al finanziamento del bando “Io amo i beni culturali” della Regione Emilia Romagna.

Il Museo delle Miniere, situato nell’omonima piazza a Ferriere, verrà adottato dagli studenti della pluriclasse della scuola secondaria di I grado “P. Inzani” del paese. Verranno promosse attività di ricerca sulla vita delle antiche miniere per l’estrazione di ferro attive fin dal 1400 attraverso le testimonianze presenti in loco, catalogazione dei reperti esistenti nel museo, percorsi guidati nei luoghi delle attività estrattive avvalendosi anche di mezzi tecnologici avanzati (drone, telecamera) e realizzazione di una audio/video guida per la comunità locale e per i turisti che nei mesi estivi affollano Ferriere, nell’ottica della promozione del territorio.

L’Associazione Trail Valley, da anni impegnata nel disegno e nella manutenzione di percorsi a tema nel Comprensorio dell’Alta Val Nure, si occuperà di accompagnare gli studenti di Ponte dell’Olio, Bettola, Farini e Ferriere, lungo i sentieri delle antiche miniere, avvalendosi di guide qualificate come geologi e naturalisti.

Sulla sponda destra del torrente Grondana, le aperture delle miniere di Canneto sopravvissute ai movimenti franosi, sono da alcuni anni meta di escursione, facilitata dalle tabelle che indicano gli antichi sentieri e che sono state collocate dalla Pro Loco di Ferriere.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà