Foti (FdI): “Mattarella-bis brutto spettacolo, è ora del presidenzialismo”

29 Gennaio 2022

La rielezione di Sergio Mattarella alla carica di Presidente della Repubblica è avvenuta dopo l’intesa raggiunta tra i gruppi parlamentari che rappresentano la maggioranza di governo. Chi non è mai stato d’accordo al Mattarella-bis è Tommaso Foti, onorevole piacentino che ha rimarcato la coerenza di Fratelli d’Italia, partito di cui fa parte: “non abbiamo votato il Presidente Sergio Mattarella nel 2015 e non lo voteremo neppure questa volta, pur rispettandone la persona e il ruolo istituzionale”.

“Riteniamo, in ragione del rispetto verso l’elettorato di centro-destra che si dovesse insistere per una candidatura che fosse quanto meno super partes – ha spiegato Foti, raggiunto al telefono mentre si trovava presso la camera dei deputati – Mattarella è stato espressione politica del centro-sinistra che in questo momento non mi pare rappresenti la maggioranza né del parlamento e neppure dell’elettorato italiano”.

Il vero problema per Foti è da ricercare tra quelle forze di centro destra che fanno parte della maggioranza di governo: “Forza Italia e Lega hanno dovuto far fronte a quella che è stata l’impostazione di questa maggioranza e in questo modo non hanno fatto gli interessi del loro elettorato”.

Per l’onorevole di Fratelli d’Italia non ci sono sconfitti e vincitori, ma – allo stesso tempo – “la politica non ha dato un buon spettacolo “. E’ ora del presidenzialismo : “da anni affermiamo che sia ora di dare l’opportunità agli italiani di votare il Presidente della Repubblica, attraverso una riforma costituzionale che bilanci i poteri tra Capo dello stato e parlamento”.

Foti ha concluso che Fratelli d’Italia ora continuerà la sua battaglia d’opposizione “non contro qualcuno, ma a favore degli italiani” aspettando il 2023 quando si tornerà al voto.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà