Travo, via alla sistemazione dell’ex municipio dopo il crollo del tetto nel 2020

29 Gennaio 2022

Tramontata da tempo l’idea del sindaco Lodovico Albasi di radere al suolo l’attuale casa comunale per costruirne una nuova e più efficiente in una diversa posizione liberare così spazio in piazza Trento, si procede ora con i lavori di sistemazione del “vecchio” municipio danneggiato dal crollo del tetto di due anni fa. In questi giorni sono partiti i lavori di sistemazione dell’edificio, che proseguiranno probabilmente nel corso dell’intero 2022.

Al momento è in corso una prima fase di demolizione delle parti interne, a cominciare dai muri divisori. In altre parole, si sta “alleggerendo” il più possibile tutta la struttura, mantenendo solo la struttura portante e le pareti perimetrali per 100mila euro, finanziati dal governo. Successivamente, con una iniezione di 488mila euro (questa volta da fondi regionali) si procederà con la ricostruzione vera e propria. Lo scheletro sarà quindi rinforzato e anche il tetto sarà completamente rifatto e alleggerito, con una struttura meno pesante che non si scarichi così gravemente sulle pareti sottostanti. Il doppio cantiere dovrebbe proseguire nel corso dell’anno e concludersi, salvo sorprese, entro il 2022.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà