Lo studio del Cnr: “Pandemia in calo nella provincia di Piacenza”

30 Gennaio 2022

Anche la matematica certifica come la pandemia da Covid nella nostra provincia abbia preso la fase discendente, almeno per questa ondata di variante Omicron, molto aggressiva.
Lo rilevano le analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le applicazioni del calcolo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr).
In Emilia Romagna, le province romagnole, in particolare Ravenna e Forlì-Cesena, hanno un’incidenza fra le più alte in Italia.
Nell’ultima settimana nella provincia di Forlì-Cesena ci sono stati 2.989 casi ogni 100mila abitanti, a Ravenna 2.904. In Italia, solo le province di Vicenza e Bolzano hanno fatto registrare un dato più alto.
Sempre secondo le elaborazioni di Sebastiani, la curva epidemica è in debole diminuzione nelle province di Modena (con un’incidenza a 2.270) e Reggio Emilia (2.371), mentre è in stasi a Ravenna e Bologna (2.752).
Ha raggiunto il picco, avviandosi a una diminuzione invece a Forlì-Cesena, ma anche a Rimini (2.835), Parma (2.032) e Piacenza (1.863).
Solamente la provincia di Ferrara è in controtendenza: con un’incidenza di 2.654 casi ogni 100mila abitanti fa registrare una debole crescita.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà