Agazzano, Comune in predissesto: ora la procedura di riequilibrio finanziario

18 Febbraio 2022

Dal disequilibrio finanziario al predissesto, cercando di tenere lontano il più possibile lo spettro di un commissariamento del Comune. Ecco il nuovo drammatico e doloroso step per l’amministrazione comunale di Agazzano che, a causa dei bilanci in rosso che già avevano richiesto la scorsa estate dei correttivi d’urgenza come l’aumento dell’Irpef, si è trovata ora ad approvare l’avvio della procedura di riequilibrio finanziario: serviranno verosimilmente alcuni anni di sacrifici per tornare al pareggio. La decisione è stata assunta nell’ultimo consiglio comunale. “La situazione – ammette il nuovo sindaco Maurizio Cigalini – è molto peggiore rispetto a quanto si credeva alcuni mesi fa”. E così salta anche il finanziamento regionale di quasi un milione di euro per sistemare una parte del palazzo comunale, da anni chiusa per cedimenti strutturali. Ora c’è tempo circa tre mesi per redigere una specie di piano di rientro. Ogni sei mesi sarà verificato il rispetto degli obiettivi del piano di riequilibrio: se si fallirà, si passerà al dissesto vero e proprio e all’arrivo di un commissario.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà