Iva non versata, imprenditore piacentino della logistica finisce nei guai

24 Febbraio 2022

Ci sarebbe anche un imprenditore piacentino tra i denunciati per frode fiscale e omessi versamenti Iva per diverse centinaia di migliaia di euro.¬†Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Venezia, coordinato dalla Procura della Repubblica di Padova, ha eseguito 44 perquisizioni nei confronti di otto indagati sospettati di una frode all’Iva nel settore della fornitura di manodopera, facchinaggio e logistica al servizio della grande distribuzione. L’indagine era √® partita dall’analisi di dati acquisiti attraverso il monitoraggio delle banche dati su una rete di societ√† articolata su due livelli di operativit√†, con alla base una serie di piccole cooperative che avrebbero fatturato ingenti importi relativi al facchinaggio nei confronti di societ√† intermedie, che a loro volta avrebbero fatturato nuovamente il medesimo servizio alle imprese della grande distribuzione, inconsapevoli della frode. L’evasione fiscale √® stata quantificata, ad oggi, in oltre 8 milioni di euro e avrebbe permesso alle imprese in questione, risparmiando indebitamente sull’Iva, di offrire il loro servizio a prezzi ribassati rispetto a quelli di mercato.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà