“No alla guerra in Ucraina”. Sabato manifestazione davanti alla Prefettura

24 Febbraio 2022

 

“No alla guerra in Ucraina, appendete bandiere di pace alle vostre finestre”. E’ l’appello delle associazioni e dei partiti piacentini che hanno aderito ai moniti di Papa Francesco, Peacelink e della tavola della pace. I cittadini sono chiamati in raccolta in via San Giovanni davanti alla sede della prefettura di Piacenza per manifestare contro i venti di guerra che allarmano l’Europa e il mondo.

Gli organizzatori tengono a evidenziare “la totale contrarietà a ogni nuova guerra e a qualsiasi politica di riarmo”, inoltre invitano l’Unione Europea ad “adoperarsi all’interno delle sedi diplomatiche per sollecitare un neutralismo attivo da parte dell’Ucraina: unica possibilità per scongiurare il conflitto”. Il corteo si riunirà alle 11.00 di sabato 26 febbraio in piazzetta Tempio. Durante la manifestazione, i partecipanti consegneranno al prefetto Daniela Lupo un documento da trasmettere al parlamento italiano e a con all’interno l’invito a fare di tutto per mantenere la pace.

Tante le associazioni, i sindacati e le formazioni politiche, che hanno risposto presente all’evento “Piacenza dice no alla guerra”. L’elenco è formato da The Bright Side – TG Buone Notizie, Arci, Cgil, Collettivo permanente Piacenza, Gap, Movimento di Cooperazione Educativa, Rete Piacenza Solidale, Rete Radié Resch, Libera, Arcigay Lambda, Associazione Arcangelo Dimaggio, Amnesty, Anpi, Mondo Aperto APS, Uil,Attac, Rifondazione Comunista, Legambiente, Europa Verde, Sinistra Italiana, Alternativa per Piacenza, + Europa, Fabbrica& nuvole O.d.v., Coordinamento per la Democrazia costituzionale di Piacenza, PD, Telefono Rosa – La città delle donne, Progetto mondo Mlal e Donne in nero.

Gli organizzatori si augurano la presenza di tante persone e soprattutto dei giovani e delle scuole per “farsi interpreti di una comune volontà di pace” e sventolare insieme bandiere arcobaleno.

© Copyright 2023 Editoriale Libertà