“Solidarietà all’Ucraina”: in centinaia sul Pubblico Passeggio per la pace

26 Febbraio 2022

Il Facsal diventa un tappeto arcobaleno. Le bandiere della pace svettano verso l’alto. Un cartello riassume lo spirito della manifestazione: “Nessuno dei mali che si vuole eliminare è così grande come la guerra stessa”.

Stamattina la mobilitazione in solidarietà all’Ucraina invasa dalle forze russe – organizzata vicino al liceo Respighi da oltre trenta realtà locali – ha radunato centinaia di piacentini. Un grande, unico appello: “Rivogliamo la pace”. In queste ore, infatti, continua la guerra in Ucraina senza esclusione di colpi, dopo una notte di forti combattimenti ed esplosioni.

Gli attivisti sul Facsal hanno presentato un documento da consegnare al prefetto. “Siamo contro l’imperialismo di Putin, se ne deve andare”, interviene Roberto Lovattini, uno dei promotori dell’iniziativa.

ALTRE INIZIATIVE PER L’UCRAINA – I sindacati hanno indetto uno sciopero per martedì 1º marzo, in protesta contro l’invasione delle truppe di Putin in Ucraina. Gli attivisti sul Facsal, inoltre, pensano di promuovere una fiaccolata tra le strade di Piacenza nei prossimi giorni.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà