Lite a San Nicolò, i feriti migliorano. Per ora non ci sono denunce

06 Marzo 2022

Non ci sono denunciati né tanto meno arrestati, al momento, per la vicenda dell’accoltellamento avvenuto nel pomeriggio di venerdì  4 marzo in pieno centro a San Nicolò, che ha visto protagonisti un uomo di circa 65 anni che, dopo aver ricevuto botte dal figlio 31enne, ha accoltellato quest’ultimo all’addome. I carabinieri hanno concluso tutti gli accertamenti necessari e trasmesso gli atti alla Procura, che dovrà valutare se e come procedere nei confronti dei due feriti. Al momento non sono stati presi provvedimenti. Entrambi, dopo le prime cure del pronto soccorso già venerdì sera, si trovano fuori pericolo: sia il 31enne che aveva riportato una profonda ferita all’addome provocata dalla lama affilata di un taglierino, sia il padre che aveva riportato forti traumi al viso durante la colluttazione.
La vicenda famigliare aveva creato scompiglio lungo la via Emilia a San Nicolò, nel momento di maggiore traffico dal rientro lavorativo. Proprio tra gli automobilisti in coda e i passanti tra i negozi si era fatto largo il 31enne insanguinato che, tenendo la mani sulla ferita, aveva cercato disperatamente aiuto all’interno della vicina farmacia, all’incrocio con via Marchesi. Era scattata la segnalazione ai carabinieri che erano piombati sul posto anche in borghese per disarmare il padre e soccorrere il figlio.

TUTTI I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI CHRISTIAN BRUSAMONTI SU LIBERTA’

© Copyright 2022 Editoriale Libertà