Sarmato: in pochi giorni riempiti cinque camion che porteranno aiuti in Ucraina

09 Marzo 2022

In pochi giorni, già cinque camioncini pieni di generi di prima necessità per l’Ucraina. La generosità dei sarmatesi è andata oltre ogni aspettativa, consegnando vestiti, farmaci, cibo o giocattoli in decine e decine di scatoloni, prima accumulati in municipio e poi smistati e impacchettati nel capannone del gruppo Alfa di Protezione civile di Sarmato.

Al capannone, tra i vari volontari c’è Olga Petrashchuk, nel paese da 18 anni, con un figlio di 35 anni a Chernovtsy, a una trentina di chilometri dal confine rumeno e a 270 chilometri da Leopoli. Gli ha chiesto di fuggire ma Yuri ha rifiutato, per la vergogna di dover abbandonare la sua gente. “La zona non è stata colpita al momento dai bombardamenti: le esplosioni più vicine sono state all’aeroporto di Ivano-Frankivs’k, a circa due ore di auto. Ma resta la paura”. Parte di quanto raccolto in questi giorni andrà alla Caritas di Castel San Giovanni mentre una parte sarà inviato direttamente in Romania, al confine con l’Ucraina, tramite canali diretti: lì ci penserà poi la Croce Rossa a portarlo dentro i confini ucraini per poi distribuirlo.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà