A Piacenza calo di infortuni sul lavoro. Boom di malattie professionali (+71,9%)

10 Marzo 2022

L’Osservatorio permanente della Cgil Emilia Romagna ha diffuso i dati relativi agli infortuni e alle morti sul lavoro registrate in provincia di Piacenza nel 2021.

INFORTUNI E MORTI SUL LAVORO – Da gennaio a dicembre dello scorso anno nel nostro territorio gli infortuni denunciati sono stati 4.220, il -0,8% rispetto al 2020, quando erano stati 4.252. In calo anche le denunce di infortunio mortale: nel 2021 sono state 13 quelle registrate nel Piacentino, una in meno rispetto al 2020.

A livello regionale, invece, nel 2021 sono state 110 le denunce di infortunio mortale (nel 2020 erano state 119). In tutto il Paese, nel 2021 i morti sul lavoro sono stati 1.221, mentre nel 2020 erano 1.270. Sia in regione che a livello nazionale, invece, crescono gli infortuni: in Emilia Romagna nel 2021 sono stati 74.066 (nel 2020 erano 67.816), mentre in Italia 555.236 (nel 2020 erano 554.340).

MALATTIE PROFESSIONALI – Dato poco confortante, a livello provinciale ma non solo, quello che risponde alla voce di “malattie professionali”. Nella nostra provincia nel 2021 ne sono state denunciate 153, in aumento del 71,9% rispetto all’anno precedente: nel 2020, infatti, erano state 89. Malattie professionali cresciute nel 2021 anche in regione (+34,9% rispetto al 2020) e nel resto del Paese (+22,8% rispetto al 2020).

IL REPORT COMPLETO

© Copyright 2022 Editoriale Libertà