Giornata del fiocchetto lilla: il programma delle iniziative contro i disturbi alimentari

12 Marzo 2022

Anche l’Ausl di Piacenza aderisce Giornata del fiocchetto lilla, dedicata ai disturbi dell’alimentazione, che sarà celebrata nei prossimi giorni in Italia. In stretta sinergia con l’associazione “Puntoeacapo”, l’obiettivo è quello di “promuovere una conoscenza sempre più diffusa sul problema e trasmettere alla comunità il modello organizzativo proposto sul territorio: quello del percorso diagnostico terapeutico assistenziale dedicato, in una logica di rete tra servizi e con la persona al centro della cura”.

Per la presa in carico dei casi di Dca, infatti, è impegnata un’équipe interdisciplinare e multiprofessionale. La cura è duplice: si lavora sia sulla componente fisica sia su quella psichica del disturbo, attraverso trattamenti ambulatoriali, riabilitazione psico-nutrizionale in day hospital o in residenza e ricoveri ospedalieri in caso di emergenze metaboliche.

IL PROGRAMMA
In occasione della Giornata del fiocchetto lilla:
­- martedì 15 marzo, l’ambulatorio dedicato ai Disturbi del comportamento alimentare rimane aperto, ad accesso libero, dalle ore 9 alle 12. Il servizio si trova nel nucleo antico dell’ospedale di Piacenza, edificio 1 A, secondo piano e si occupa della presa in carico di pazienti adulti con Dca.
– venerdì 18 marzo, la Neuropsichiatria psicologia infanzia e adolescenza (NPIA) sarà disponibile all’accesso del pubblico dalle ore 9 alle 13. La sede è quella di piazzale Milano 6, primo piano. Sarà proiettato in continuo anche un filmato già realizzato nella semiresidenza gestita dal servizio e un video con le testimonianze di alcune ragazze.

In entrambe le mattine, il personale sanitario sarà disponibile per colloqui e per la distribuzione di materiale informativo.

– sabato 19 marzo, in Sala Colonne (nucleo antico dell’ospedale di Piacenza, edificio 6 A) è in programma un evento informativo promosso dall’associazione Puntoeacapo insieme all’Azienda Usl di Piacenza. L’iniziativa si pone l’obiettivo di sensibilizzare la comunità sui Disturbi del comportamento alimentare: la mattina di approfondimento è rivolta ai professionisti sanitari, ai familiari, ai volontari, agli insegnanti e agli educatori, nonché ovviamente a tutti i cittadini interessati, per presentare i servizi attivi sul nostro territorio e anche per riflettere insieme sull’impatto che la pandemia e i social hanno sui Dca.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà