“Sosteniamo la pace”: Conad lancia la raccolta a favore di Croce Rossa Italiana

12 Marzo 2022

Un’iniziativa benefica a favore della popolazione ucraina colpita dalla guerra coinvolge Conad e Croce Rossa.

“Coerentemente alla missione di Conad come impresa socialmente responsabile e come segnale di vicinanza alla popolazione ucraina abbiamo predisposto una raccolta fondi in tutti i nostri punti vendita a favore di quella lanciata da un importante partner quale Croce Rossa Italiana” spiega Ivano Ferrarini, amministratore delegato di Conad Centro Nord e continua: “Vogliamo fornire la possibilità a tutti i nostri clienti e, più in generale, a tutti i cittadini di dare un contributo all’emergenza umanitaria ucraina con un gesto quotidiano quale la spesa”.

L’iniziativa durerà fino al 24 aprile e riguarda le 15 province su cui opera Conad Centro Nord (Parma, Reggio Emilia, Piacenza e tutte le province della Lombardia) a sostegno di Croce Rossa Italiana, impegnata in prima linea nell’opera di aiuto umanitario per l’emergenza umanitaria ucraina.

I dipendenti della sede e dei punti vendita, come già accaduto in occasione di altri eventi straordinari (ad esempio il terremoto del 2012 e l’emergenza Covid nel 2020), potranno devolvere le proprie ore di lavoro. I clienti, alle casse, potranno unirsi alla donazione Conad con una doppia possibilità: donare punti (a partire da un minimo di 100 punti o multipli da convertire in denaro: 100 punti =1 €) o denaro (a partire da 1€ o multipli) in modo che tutti abbiano la possibilità “unirsi” e donare.

“Abbiamo deciso di attivare una filiera solidale che coinvolga il management, tutti i nostri dipendenti, i soci e i clienti al fine di inviare in maniera unanime il nostro ringraziamento a chi, come Croce Rossa Italiana, lavora senza sosta in aiuto all’emergenza umanitaria ucraina e per la pace” aggiunge Luca Signorini, presidente di Conad Centro Nord.

In gran parte dei punti vendita Conad è stata avviata la Spesa sospesa o Carrello solidale ormai nota dall’emergenza sociale derivata dal Covid-19. Una sorta di raccolta alimentare prolungata nel tempo, che permette a tutti i clienti di fare un semplice gesto di generosità mettendo nel carrello qualcosa in più per chi ne ha bisogno. I prodotti saranno poi ridistribuiti dalle associazioni del territorio in grado di organizzare convogli da portare a destinazione.

Alla fine di febbraio, con l’intensificarsi delle ostilità in Ucraina, sono aumentati i bisogni della popolazione.

“Abbiamo deciso di attivare una filiera solidale che coinvolga il management, tutti i nostri dipendenti, i soci e i clienti al fine di inviare in maniera unanime il nostro ringraziamento a chi, come Croce Rossa Italiana, lavora senza sosta in aiuto all’emergenza umanitaria ucraina e per la pace” aggiunge Luca Signorini, Presidente di Conad Centro Nord.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà