Logistica: fatture false per oltre 5milioni di euro. Cinque misure cautelari

15 Marzo 2022

La Guardia di Finanza di Piacenza, al termine di un’articolata indagine,
coordinata dalla Procura della Repubblica, ha eseguito, nei giorni scorsi, cinque
misure cautelari personali emesse dal giudice per le Indagini preliminari nei confronti
di altrettanti soggetti ritenuti responsabili, secondo gli investigatori, di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti ed emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti.

Quattro soggetti sono stati sottoposti alla misura del divieto di
esercitare, per la durata di un anno, l’attività di impresa in forma individuale e di
ricoprire cariche di rappresentanza all’interno di attività e imprese. Il quinto indagato invece è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

I provvedimenti sono legati a precedenti investigazioni, effettuate nell’ambito del
settore della logistica, che avevano svelato una frode consumata attraverso la creazione di società inesistenti ed un giro di fatture per operazioni inesistenti per oltre 5 milioni di euro.

I successivi approfondimenti, a seguito del fallimento di una della società coinvolte nel
sistema fraudolento, hanno consentito agli agenti di documentare ulteriori condotte distrattive con cui sembra siano stati sottratti, dalle casse della società fallita, circa 700mila euro.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà