Covid, il 31 marzo stop allo stato di emergenza. Super green pass via dal 1 maggio

17 Marzo 2022

A fine marzo terminerà lo stato di emergenza per il Covid. Il Consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità la road map per allentare le misure anti-Covid dal mese di aprile.

“A fine marzo terminerà lo stato di emergenza, per quella data scioglieremo il Cts, il cui lavoro non è finito, continuerà con l’Istituto superiore di sanità e il Consiglio superiore di sanità”. Lo ha detto il premier, Mario Draghi, in conferenza stampa.

“Superiamo definitivamente il sistema a colori per le Regioni che ci ha accompagnato per mesi. Non ci saranno più, quindi, le ordinanze del venerdì”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza in conferenza stampa a Palazzo Chigi, illustrando il provvedimento sul Covid.

Il nuovo decreto prevede alcuni provvedimenti tra i quali niente più quarantena per i contatti con un positivo, resta l’isolamento solo per chi contrae il virus. Chi ha avuto un contatto con un positivo dovrà applicare l’autosorveglianza.

La sospensione dei lavoratori senza Super Green Pass sopra i 50 anni “non avverrà più. Sarà sufficiente per loro fino al 30 di aprile avere il Green pass base. La sospensione dal lavoro resterà solo per la fascia delle personale sanitario e i lavoratori di strutture ospedaliere e delle Rsa, in questo caso il prolungamento dell’obbligo è al 31 dicembre”. ha precisato Speranza. “In questo momento non ci sono evidenze scientifiche che portano a dirci che sia necessaria la quarta dose del vaccino per tutti.” ha aggiunto.

Da aprile, inoltre, non sarà più richiesto il green pass sui bus ed in generale sui mezzi di trasporto pubblico locale, mentre continuerà a vigere obbligo di indossare le mascherine.

Fino al 30 aprile resta l’obbligo di esibire il green pass rafforzato in bar e ristoranti al chiuso, piscine, palestre, centri benessere, convegni, congressi, feste, locali da ballo.

 

 

 

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà