Maltrattamenti e violenza sessuale, assolti madre e fratello di una giovane

17 Marzo 2022

Accusato di aver violentato la sorella minorenne è stato assolto in tribunale da ogni accusa. Assolta anche la madre, accusata di aver fustigato a cinghiate la figlia. I fatti di cui si è discusso erano avvenuti fra il 2009 e il 2018 in Val Tidone dove la madre abitava con i due figli. La giovane alle soglie della maggiore età aveva segnalato a scuola quanto a suo dire le stava capitando e del caso si era occupata la squadra mobile della polizia. La madre di lei era stata accusata di maltrattamenti e di violenza sessuale era invece stato accusato il fratello. I due si sono sempre dichiarati completamente innocenti. Il pm ha creduto alla loro tesi e al termine della sua requisitoria ha chiesto l’assoluzione, lo stesso ha fatto l’avvocato difensore Lorenza Dordoni che ha fatto presente l’inattendibilità delle testimonianze della ragazza che diceva di avere subito violenze. Anche le testimonianze rese in aula erano tutte sulla base dei racconti della parte lesa. Il collegio giudicante dopo essersi ritirato in camera di consiglio ha assolto perché il fatto non sussiste.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà