Emergenza siccità. Dal 1972 non si presentava una situazione così grave nel Po

23 Marzo 2022

Continua a non piovere e, di conseguenza, va avanti inesorabile l’emergenza siccità in tutta la pianura padana. “Nell’ultimo mese il deficit di pioggia è di -92% sull’intero Bacino – riporta il bollettino pubblicato dall’Autorità di bacino distrettuale del fiume Po -. Portate in calo in tutte le sezioni di riferimento”.

A fronte di un deficit di pioggia sull’intero Distretto che, negli ultimi trenta giorni, è superiore ai 100 millimetri in meno (pari a -92%) e dopo 107 giorni di assenza di precipitazioni significative nel comprensorio padano le portate evidenziano un abbassamento drastico in tutte le stazioni di registrazione del dato, tutte al di sotto della soglia di emergenza, raggiungendo i livelli più bassi dal 1972. L’area ad oggi che ancora mostra il deficit maggiore, quindi con una siccità definita estrema che si sta propagando verso valle, è sicuramente quella Piemontese fino alle province di Piacenza e Cremona, ma il trend si palesa anche a Boretto e Borgoforte, fino a raggiungere il Delta nella stazione di Pontelagoscuro.

Rispetto alla scorsa settimana le quote rilevate hanno portato un ulteriore calo della risorsa idrica disponibile fino al 5% nelle stazioni di Piacenza, oggi a -70% (dal -66% di sette giorni fa) e Cremona a -62% (rispetto al -57% della settimana scorsa).

“Sono giorni di grande impegno nel mantenere alta la soglia di attenzione su ogni singola area interessata dalla siccità nelle regioni del Distretto del Po – ha commentato il Segretario generale dell’Autorità distrettuale del Fiume Po-MiTE Meuccio Berselli –. Le Regioni stanno naturalmente attrezzandosi, grazie al lavoro delle singole agenzie di monitoraggio meteo, per mettere in campo interventi mirati che cercheremo di concertare all’interno del prossimo Osservatorio in cui approfondiremo ogni singola criticità cercando di non disperdere nemmeno una singola goccia di acqua”.

Purtroppo, fino a metà aprile non sono previste precipitazioni.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà