Dalla Finanza in dono al Comune 13 elettrodomestici da destinare a finalità sociali

25 Marzo 2022

Saranno destinati a finalità socio-assistenziali, i 13 elettrodomestici che la guardia di Ffnanza di Piacenza ha donato al Comune di Piacenza a seguito di interventi di controllo e accertamento su alcune imprese del territorio, che hanno portato al sequestro dei beni in questione.

“Con grande sensibilità e attenzione, di cui ringraziamo, unitamente a tutti i loro collaboratori, il comandante provinciale della Guardia di Finanza Corrado Loero, il comandante del Nucleo di Polizia economico-finanziaria, tenente colonnello Raffaele Oliviero e il capitano Nicola Piccolo, alla guida del Gruppo di Piacenza – sottolineano il sindaco Patrizia Barbieri e l’assessore ai servizi sociali Federica Sgorbati – le Fiamme Gialle hanno chiesto e ottenuto, dalla 2° sezione penale della Corte d’Appello di Bologna cui va, allo stesso modo, la riconoscenza dell’amministrazione, di non attuare la prevista distruzione dei beni in custodia giudiziale, optando invece per il loro riutilizzo a scopo benefico”.

La Giunta ha deliberato, ieri, l’accettazione delle attrezzature, confiscate dalla guardia di finanza a una ditta piacentina in liquidazione coatta amministrativa. Gli elettrodomestici, il cui valore complessivo è stato quantificato in 1.290 euro, sebbene datati sono nuovi e perfettamente funzionanti: si tratta di una lavatrice, tre asciugatrici, due forni, tre piani cottura, un lavello e tre miscelatori.

“Grazie a questo gesto di generosità – rimarcano il sindaco Barbieri e l’assessore Sgorbati – potremo dare un aiuto a famiglie in condizioni di difficoltà, o a enti e strutture che necessitino di un sostegno materiale, per alloggi, progetti di inserimento sociale e lavorativo o sedi operative cui questi apparecchi possono essere di indubbia utilità”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà