Provincia invita i comuni a “Le Città delle Donne”. Si allarga tavolo violenze

31 Marzo 2022

Comuni invitati dalla Provincia ad aderire al progetto “Le Città delle Donne”. Intanto si allarga il Tavolo Provinciale contro la violenza alle donne a nuove associazioni, e in aprile, si terrà un convegno sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Sono queste le proposte della Provincia sul fronte delle Pari Opportunità. Nei giorni scorsi i comuni del territorio piacentino sono stati invitati ad aderire al progetto “Le città delle Donne” su indicazione del presidente della Provincia Patrizia Barbieri in seguito all’intervento in consiglio provinciale del 9 marzo della consigliera con delega alle Pari Opportunità Giulia Monteleone.

E’ infatti stata data la possibilità ai singoli municipi di condividere attraverso delibere proprie le linee guida del manifesto “Le città delle donne”, che ha l’obiettivo di rendere reali proposte finalizzate ad una maggiore inclusività femminile nell’ambiente cittadino. Il progetto si rifà agli intenti degli Stati Generali delle Donne, una rete di competenze e sensibilità nata a Matera nel 2019.

“Per la Provincia e per l’intero territorio è un momento importante per continuare con nuove iniziative sulla strada verso le Pari Opportunità – spiega Monteleone – in direzione di una parità di genere da costruire, giorno dopo giorno e in ogni ambito (famigliare, scolastico, lavorativo), a partire dalla quotidianità e dal fil rouge di un linguaggio diverso, più efficace nel sostenere e valorizzare la presenza femminile in tutti gli ambiti della società. Nel rispetto delle autonomie locali, la Provincia – come Casa dei Comuni – ha scelto di sensibilizzare gli enti del territorio sui contenuti di “Le Città delle Donne”, perché si tratta di un’iniziativa lungimirante e concreta”- conclude Monteleone.

“Il progetto “Le Città delle donne” – ha dichiarato Nadia Bragalini, ambasciatrice dell’iniziativa per Piacenza e l’Emilia – parte da lontano e vuole andare lontano: è una piattaforma che condivide intenti, sforzi, visioni. È per me un orgoglio constatare quanto il messaggio dell’associazione riesca ad essere attuale e ad unire tante coscienze: dopo l’adesione da parte del Comune di Piacenza, mi rende felice che anche la Provincia abbia accolto il nostro invito a promuovere il progetto presso tutti gli altri Comuni del territorio, i quali avranno la possibilità di far parte della rete nazionale. Mi auguro che l’esempio del territorio piacentino diventi paradigmatico per altre realtà in giro per l’Italia e non solo”.

L’impegno della Provincia sul fronte delle Pari Opportunità proseguirà inoltre con un convegno che si svolgerà in aprile e tratterà i temi della conciliazione tra tempi di vita e i tempi di lavoro.

Intanto si allarga la partecipazione al ‘Tavolo Provinciale di confronto contro la violenza alle donne’ presieduto dalla stessa Monteleone, con l’ingresso di quattro nuove associazioni: ne faranno infatti parte la già citata “Le Città delle Donne”, l’associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Epikurea Aps e RadioRaccontiamoci Aps.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà