Carabinieri, sequestrati casa al mare e conti a un presunto pusher

01 Aprile 2022

“Aveva accumulato un patrimonio assolutamente sproporzionato rispetto alle sue fonti di reddito; patrimonio che – secondo le forze dell’ordine – era evidentemente frutto dell’attività illecita di spaccio di stupefacenti”.

Si tratta di un uomo, arrestato nell’ottobre del 2021 per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio: all’interno di un finto condotto di aerazione del suo garage, erano stati rinvenuti – ben nascosti – 950 grammi di cocaina, oltre a materiale per il confezionamento e bilancini di precisione. Nella sua abitazione, in cassaforte, aveva infine 96mila euro in contanti, ritenuti dagli investigatori provento dello spaccio.

Martedì scorso i carabinieri della compagnia di Fiorenzuola hanno proceduto all’esecuzione di una ordinanza di sequestro preventivo, emessa dal gip del tribunale di Piacenza, a seguito di una richiesta della locale Procura della Repubblica.

Nello specifico, è stato sequestrato il patrimonio personale del soggetto in questione – valore complessivo di circa 277mila euro – e un immobile del valore di 80mila euro, situato in una località balneare in provincia di Lecce.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà