Per la polizia provinciale pochi agenti, ma impennata di verbali: 7.564 a Castelvetro

04 Aprile 2022

Nonostante la carenza di personale, l’attività della polizia provinciale di Piacenza registra un’impennata. Ammonta infatti a 11.253 il bilancio totale dei verbali elevati nel 2021, cioè il 48% in più rispetto alle 7.577 sanzioni del 2020. Eppure la carenza di organico è rilevante: “Dal 2015, dopo il depotenziamento degli enti provinciali con la riforma Delrio, gli operatori sono quindici – spiega la comandante Anna Maria Olati, affiancata dai commissari Luigi Rabuffi e Roberto Cravedi – anche se, in base agli standard regionali, dovrebbero essere 26″.

All’orizzonte non si prospettano nuove assunzioni. Fatto sta che, malgrado le difficoltà, il report dell’anno scorso mostra un impegno in aumento. I numeri sono stati illustrati stamattina insieme alla presidente della Provincia Patrizia Barbieri.

REPORT COMPLETO

PONTE DI CASTELVETRO – A incidere sulla grande quantità di verbali è il sistema di rilevamento installato sul ponte di Castelvetro nel giugno del 2020: le telecamere consentono di classificare tutti i veicoli con peso superiore alle 20 tonnellate, per individuare i mezzi con carico eccessivo e salvaguardare l’integrità strutturale del viadotto.

COLLARE ELETTRICO SU UN CANE – Tra i vari interventi, la polizia provinciale ha fermato un proprietario di cane a Travo che utilizzava un collare elettrico sull’animale per punirlo con scariche improvvise.

PESTE SUINA – Sul fronte della peste suina, la polizia provinciale rassicura che nel Piacentino “la situazione è sotto controllo – osserva il commissario Cravedi – a differenza delle aree limitrofe, ad esempio Genova e Alessandria, dove ci sono focolai di cinghiali positivi al virus. Si procederà ad abbattimenti e all’installazione di recinzioni nelle zone di confine tra Piacenza e gli altri territori, perché occorre tamponare il problema prima che la malattia si diffonda anche a livello locale, danneggiando gravemente la filiera della carne suina”.

ALTRI DATI – Nel 2021, la polizia provinciale ha effettuato più di 7.200 controlli: nell’ambito della vigilanza stradale, gli agenti hanno provveduto alla decurtazione di 8.127 punti dalle patenti, un dato in netto aumento a confronto con i 5.724 del 2020. Oltre a Castelvetro, la maggior parte delle trasgressioni alla guida è stata rilevata a Piacenza (2.267 infrazioni) e Gossolengo (511).
La polizia provinciale è stata attiva anche nella tutela faunistica, con 128 verbali relativi alla caccia (di cui 39 per la mancata restituzione del tesserino venatorio nazionale) e 35 alla pesca (di cui 12 per l’assenza della licenza).

© Copyright 2022 Editoriale Libertà