Scappate dalla guerra in Ucraina, due amiche di 4 anni si riabbracciano a Piacenza

07 Aprile 2022

Lo scoppio della guerra in Ucraina non è riuscita a dividerle e a rompere il forte rapporto di amicizia tra Eba e Maya, due bambine di quattro anni che sono dovute scappare – insieme alle loro famiglie – da Lutsk, riuscendo a ritrovarsi a 1.700 chilometri di distanza proprio a Piacenza.

Maya, con sua mamma Maria, è arrivata nella nostra città tre settimane fa, ospitate da Daniela Savi, il marito Marco e i figli Chiara, Carla e Matteo. Eba invece, insieme a sua mamma Daria, vive da Elisabetta e Susanna Curti dallo scorso venerdì. “Come famiglia abbiamo deciso di renderci disponibili a ospitare chi scappava dall’Ucraina – spiega Daniela Savi – e attraverso Apid (l’associazione delle donne imprenditrici di Confapi Industria Piacenza) abbiamo potuto farlo davvero”.

“Ci siamo svegliati con il suono di un’esplosione che ha fatto tremare le finestre – ha raccontato Maria – poco dopo ho ricevuto il messaggio del direttore che mi informava di non andare a lavorare. La guerra per noi è iniziata così”. Maria è riuscita quasi subito a prendere un autobus e partire per la Polonia: da lì è arrivata in Italia.

“Ogni giorno mi alzo sperando che arrivi la notizia della pace – confessa Maria – ma invece ci sono sempre notizie di allarmi: tramite Skype riesco a sentire quasi quotidianamente la mia famiglia”. “Per la nostra famiglia ospitare Maria e Maya è un’occasione di crescita – spiega Daniela – penso anche che sia un po’ un atto dovuto alleviare il disagio di chi fugge dai bombardamenti e abbandona tutto quello che ha: un atto da famiglia a famiglia, da mamma a mamma. Un modo per dire no alla guerra, anche nel nostro piccolo”.

L’ARTICOLO DI ELISABETTA PARABOSCHI SU LIBERTA’

© Copyright 2022 Editoriale Libertà