“Soldi e regali di lusso da anziani incapaci”: madre, figlia e un medico nei guai

07 Aprile 2022

Tre provvedimenti cautelari sono stati emessi nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili di circonvenzione di persone incapaci.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Piacenza, sono state condotte dalla Guardia di finanza.

Nel primo caso i militari delle Fiamme Gialle hanno indagato un medico il quale, in base alle indagini, approfittando della fiducia di una facoltosa donna ultraottantenne – maturata in occasione delle sue periodiche visite – “avrebbe indotto l’anziana a farsi consegnare cospicue somme di denaro arrivando ad accumulare, nel tempo, centinaia di migliaia di euro”. Le attività investigative, condotte dai militari, sono state presentate al Tribunale di Piacenza che ha disposto il sequestro preventivo di circa 230.000 euro, presenti sui conti correnti riconducibili al medico indagato.

Nel secondo caso, gli accertamenti investigativi effettuati dai finanzieri “hanno svelato come due donne, rispettivamente madre e figlia, sarebbero riuscite a convincere facoltose vittime ad effettuare regalie e donazioni di beni voluttuari (borse, profumi, vestiti griffati, permanenza in lussuosi alberghi) a loro favore mirando, in un progetto di un futuro matrimonio, ad entrare definitivamente in possesso del considerevole patrimonio delle vittime”.

A conclusione delle indagini, nei confronti della madre e della figlia, è stata disposta l’applicazione della misura cautelare personale del divieto di avvicinamento alle persone offese. Le accuse dovranno essere vagliate nel corso delle successive fasi processuali ed i soggetti coinvolti nelle indagini non potranno ritenersi colpevoli fino a sentenza definitiva.

IL SERVIZIO DI NICOLETTA MARENGHI

© Copyright 2022 Editoriale Libertà