Borgonovo, dopo due anni i fedeli si ritrovano per celebrare insieme il Ramadan

08 Aprile 2022

Foto d’archivio

Sono un centinaio, durante i fine settimana anche 150, le persone di fede islamica che ogni sera dopo il tramonto si trovano nel centro culturale islamico di Borgonovo per la preghiera del Ramadan. Il mese sacro del digiuno si concluderà per loro il prossimo due maggio. Il raduno serale nel centro alla Cà Verde inizia attorno alle 21.15. Per l’occasione arrivano persone da Borgonovo, Pianello, Sarmato, Castel San Giovanni e anche da Pieve Porto Morone.

Dopo due anni di rigide restrizioni questo è il primo Ramadan che i fedeli valtidonesi tornano a celebrare insieme, anche il se il periodo di pandemia ha lasciato i suoi strascichi. “Tante attività che facevamo prima della pandemia – dice il presidente Haddar Abdel Moula – non abbiamo ancora potuto riprenderle. Ci piacerebbe creare qualche momento di socialità, ma per il momento è ancora presto”. Il centro alla Cà Verde, anche per motivi economici (i soci sostenitori sono una quarantina), ha rinunciato ad avere un Imam. “La preghiera la guida uno di noi a turno – dice Haddar Abdel Moula – ed è aperta a tutti, soci e non soci. Durante queste sere abbiamo ricordato anche la guerra in Ucraina e abbiamo pregato perché finisca presto. Speriamo di ritornare presto tutti quanti alla normalità e alla tranquillità”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà