Vinitaly, sinergia per promuovere i vini piacentini oltre i confini

16 Aprile 2022

“Promuovere e valorizzare le produzioni che caratterizzano il nostro territorio, contestualizzandole in un panorama più ampio con l’intento di farci conoscere oltre i confini della nostra provincia”. L’obiettivo del Consorzio tutela vini Doc colli piacentini durante la prestigiosa vetrina dell’ultima edizione di Vinitaly.

Nei giorni di fiera, il Consorzio ha fatto leva su una nuova e importante sinergia con Gal del Ducato e Consorzio tutela vini colli di Parma, con cui sono state strutturate iniziative di respiro nazionale e internazionale per dar voce alla qualità e alle eccellenze nell’ambito delle produzioni Dop e Igp.

“Abbiamo voluto fare un passo in più rispetto alla consueta promozione dei nostri vini” le parole del presidente del Consorzio Marco Profumo che rimarca l’assoluta novità in termini di visione prospettica: “Abbiamo voluto porre le basi per un nuovo modo di intendere il territorio e le sue risorse, nella consapevolezza che condividendo valori e obiettivi possiamo dare il giusto merito al patrimonio enogastronomico di una terra che è la culla di produzioni di indiscussa qualità”.

Spirito di convivialità e grande attenzione rivolta alle esperienze di degustazione sono stati il motore che ha trasformato l’area fieristica in una vera e propria “Piazza del Gusto” accogliendo e coinvolgendo numerosi operatori e autorità: in rappresentanza della Regione Emilia–Romagna il presidente Stefano Bonaccini e l’assessore all’agricoltura e agroalimentare Alessio Mammi. Dal Consorzio evidenziano il successo riscontrato dalle due masterclass che hanno puntato alla valorizzazione delle produzioni piacentine. “Un tributo alla Malvasia-Sorriso di Cielo dell’Azienda La Tosa, prodotto che ha rappresentato i colli piacentini nell’evento dedicato a “Il Mito della Malvasia”, il progetto di cooperazione transnazionale promosso dal Gal del Ducato con Gal Parnonas e Gal dell’Istria centrale”.

La seconda masterclass ha visto invece l’esordio del nuovo progetto di marketing territoriale Emilia Wine Experience, guidato dalle Strade dei vini e dei sapori di Emilia, in collaborazione con Destinazione turistica Emilia andando ad abbinare le bollicine ai salumi regionali.

“Non possiamo che sentirci profondamente soddisfatti per l’impegno comune dimostrato da tutti gli attori che hanno preso parte a questa edizione di Vinitaly e che hanno reso possibile offrire ai visitatori un’esperienza esclusiva di estrema qualità” – conclude il presidente Profumo – “è nostra volontà che questo possa essere il punto di partenza di una nuova modalità di promozione e valorizzazione dei nostri territori, che faccia leva sul comune obiettivo di proporre e condividere i valori, esperienze e eccellenze di prodotto”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà