Rapine ai pusher all’origine del delitto di Tabiano. Vittima era Abdelaghani El Jabiri

18 Maggio 2022

Si chiamava Abdelaghani El Jabiri, aveva 32 anni e viveva a Vigevano, la vittima del delitto di Tabiano che sarebbe maturato in un contesto di rapine e gambizzazioni a pusher rivali. Forse all’origine dell’omicidio di Tabiano vi sarebbero una serie di rapine compiute a spacciatori, rapine che ovviamente non sono mai state denunciate.

Il suo era un domicilio “fittizio”, pare infatti che El Jabiri, trascorresse il suo tempo fra il Milanese e il Piacentino proprio nelle zone in cui da qualche mese sarebbe in corso una guerra fra gang di spacciatori. Rapine, sgarri e vendette. I carabinieri di Fiorenzuola e del Nucleo investigativo di Piacenza stanno indagando.

L’ultima sparatoria in ordine di tempo è avvenuta il 3 maggio nel centrale viale del Lavoro a Salsomaggiore. 

I DETTAGLI NELL’ARTICOLO DI ERMANNO MARIANI 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà