Pieve Dugliara, per la casa di riposo uno scaffale di libri gestito da giovani disabili

04 Giugno 2022

Il pretesto ufficiale sarà quello di andare a sistemare e cambiare i libri contenuti nello scaffale. In realtà sarà l’occasione per incontrare e farsi due chiacchiere con gli anziani ospiti della casa di riposo. Da alcuni giorni i ragazzi disabili riuniti attorno all’associazione A.Gen.F.I. (Associazione Genitori Futuro Insieme) di Rivergaro e Gossolengo hanno aperto un nuovo punto di “Bookbox” alla casa di riposo Gasparini di Pieve Dugliara: uno scaffale di libri a disposizione degli ospiti della struttura che sarà gestito proprio dai volontari disabili. Due cosiddette “fragilità” sociali a confronto che, unendosi, non possono che rafforzarsi, dando un calcio alla solitudine e ai problemi. Per sostenere l’associazione A.Gen.F.I., che non ha scopo di lucro, si può destinare lì il proprio 5 x mille della dichiarazione dei redditi (codice fiscale 91121630338) e aiutare così a realizzare tanti altri progetti.

ALTRI DETTAGLI SU LIBERTA’ NELL’ARTICOLO DI CRISTIAN BRUSAMONTI

© Copyright 2022 Editoriale Libertà