Lotta alle mafie, inaugurato a Calendasco il murales del liceo Colombini

07 Giugno 2022

L’idea è quella di estenderlo a tutte le pareti. Intanto la prima parte del murales – realizzato dai ragazzi del liceo Colombini di Piacenza in collaborazione con l’associazione Libera e dedicato alla legalità e alla lotta alle mafie – è stato realizzato e inaugurato sul capannone sequestrato a Calendasco alla criminalità organizzata.

A caratterizzarlo è il volto di Rita Atria – la la giovane siciliana testimone di giustizia morta suicida nel 1992 a soli 17 anni, e una delle frasi del suo diario.

Oltre al volto della giovane, il murales raffigura un lungo arcobaleno e un mulino a vento per i ricordare i tanti Don Chisciotte che – proprio come la giovane ragazza suicida – persero la vita per combattere qualcosa che sembrava troppo grande da demolire, come un sistema mafioso culturalmente molto saldo.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà